La nostra storia

Vestire Shop è lo store online di Vestire Abbigliamento.

Vestire nasce nel 1954, da un piccolo negozio di merceria.

Negli anni 50, nonna Jolanda faceva la modista di cappelli per una maison Francese, abitava a Bergamo con nonno Ido, che a sua volta era commesso in un negozio di tessuti.

Il nonno venne assunto a Treviglio nel secondo punto vendita della famiglia Morosini, andando avanti e in dietro tutti i giorni in bicicletta da Bergamo, iniziava a delinearsi il futuro della nostra storia.

Verso i primi anni del 1950 il negozio di stoffe, venne acquistato dal nonno.

La nonna, attenta alle mode, intuisce che l’abbigliamento confezionato, diventerà il futuro, e acquista un piccolo negozio di merceria, che chiamerà Vestire.

Come in tutti i negozi di quel periodo, si vendeva un po di tutto, dalle calze, all’abbigliamento da bambino.

Solo a metà degli anni sessanta, si inizia a delineare la linea commerciale che si svilupperà nel futuro. Si elimina la merceria si vende abbigliamento confezionato da donna, uomo e bambino.

Gli anni 60

Negli anni sessanta la prima trasformazione, come andava di moda all’epoca, e per aumentare lo spazio espositivo, si crea una galleria con le vetrine, e viene aperto il primo piano superiore, il negozio cosi, si divide in due, reparto uomo al piano terra e donna al primo, nello stesso piano, viene venduto anche  l’abbigliamento da bambino.

A metà degli anni sessanta, entrano in organico il figlio Carlo con la moglie Elena.

Gli anni 80

Con la seconda generazione, si passa al terzo rinnovo.

Viene cambiato il negozio, si passa ad aggiungere il riscaldamento centralizzato, cambiano le vetrine, ma sopratutto la moda pret a porter esplode in Italia.

Arrivano le prime griffe, Armani, Coveri e via via tutte le altre.

Carlo ed Elena iniziano la promozione del loro negozio organizzando le sfilate nelle discoteche della zona.

Inizia la seconda generazione, che prenderà la gestione del negozio verso la metà degli anni ottanta.

Gli anni 90

In questo periodo, arrivo io, poco più che maggiorenne, mio papà (Carlo) per non lasciarmi in mezzo alla strada, mi obbliga ad entrare in negozio come commesso.

All’inizio poche ore al giorno, e solo per vendere jeans.

Poco dopo apre il secondo negozio di calzature, dove vengo catapultato in un settore a noi sconosciuto.

Inizia la mia avventura nel commercio.

Studio della calzatura, pellami e forme.

A metà anni 90, il nostro negozio subisce la trasformazione più radicale.

Da negozio con un piano, si passa a due, le vetrine diventano 5, e la famiglia cresce sempre di più in numero di dipendenti.

Si apre il terzo negozio, monomarca Max and Co.

Dagli anni 90 al 2000

Passata la crisi degli anni novanta, il commercio inizia una sua nuova trasformazione, iniziamo a ridimensionarci, il negozio di calzature, viene chiuso e assorbito dal negozio di abbigliamento

Circa nel 2008 viene definitivamente chiuso anche il Max and Co.

Si rientra alla base.

Il Vestire, capostipite di tutto, ritorna ad essere il negozio di famiglia, dove nel 2011 mio padre lo cede a me, che nel frattempo mi sono sposato.

Io (maurizio) e mia moglie Giovanna, siamo la terza generazione a prendere le redini di un negozio storico

Oramai rimasto tra i più vecchi ancora attivi in città.

In questo momento stiamo affrontando la crisi commerciale iniziata nel 2008, con tutte le difficoltà che comporta.

Ma siamo ancora qui.

Dal 1954 serviamo con passione la nostra clientela